ussaro

IL BLOG SULL'ORLO DEL MONDO

Scrittura, narrativa di genere, cinema, misteri, ucronia e altre amenità.

Previous Entry Share Next Entry
Archetipi mostruosi: gli albori
peter cushing
mcnab75
 


Spinto da un articolo interessante sul sempre ottimo sito io9, ho frugato un po' nel baule dei vecchi ricordi del cinema di genere, cercando di individuare le prime rappresentazioni su celluloide dei mostri artchetipi più famosi. Per qualcuno, specialmente per i giovanissimi, sarà una sorpresa vedere i corsi e ricorsi attraverso cui sono passate le nostre amate creature. Questo, nel mio piccolo, è ciò che ho trovato.

 

Vampiro

 

Il primo vampiro cinematografico risale al lontanissimo 1913. Non si tratta di Dracula, o del suo alter ego calvo, Nosferatu, bensì della “femme fatales” protagonista di The Vampire, film ispirato a un poema di Rudyard Kipling, scritto nel 1897. Non si può parlare effettivamente di una non-morta, ma la donna che interpreta il ruolo di villain della pellicola ha molte caratteristiche da sempre attribuite ai vampiri: potere si seduzione, ipnosi, sottomissione psicologica della vittima prescelta.

 

Licantropo

 

Il lupo mannaro fa la sua comparsa sul grande schermo sempre nel 1913 (curioso questo eterno confronto tra i due grandi mostri archetipi). Il film è The Werewolf, muto, prodotto dalla Universal Studios e dalla mirabolante durata di 18 minuti. La pellicola viene data per persa, visto che tutte le copie vennero distrutte in un incendio nel 1924. A quanto pare la trama era davvero particolare, tra streghe Navajo e giovani indiane in grado di trasformarsi in lupo per difendersi dai coloni di pelle bianca.

 

Zombie

 

Molto prima di Romero e dei suoi ritornanti antropofagi, Hollywood e dintorni avevano già portato diversi zombie al cinema, rispettando la tipica iconografia del folklore haitiano/caraibico. A quel che mi risulta il primo film assoluto è L'isola degli zombies (White zombie), diretto da Victor Halperin e interpretato dalla star Bela Lugosi (nei panni del mago Legendre). I morti viventi animati dalla magia voodoo sono creature inespressive, inerti, remissive, tanto da venire utilizzate come schiavi nelle piantagioni di zucchero.

 

Fantasma

 

Di fantasmi se ne parla da quando gli uomini cominciarono a ragionare di vita, morte e Aldilà. A parte qualche cortometraggio comico di inizio '900, in cui entità paragonabili a fantasmi venivano citate a titolo di sbeffeggio dei protagonisti, il primo titolo che vede gli spettri come star assolute è Il carretto fantasma, film del 1921 diretto da Victor Sjöström. La pellicola riprende una lugubre leggenda scandinava secondo la quale le anime dei defunti sono raccolte per conto della Morte da un lugubre carrettiere fantasma il quale cede la sua incombenza all’anima di colui che perisce in peccato mortale allo scoccare della mezzanotte dell’ultimo giorno dell’anno.

 

Frankenstein

 

Come dice l'articolo di io9, il primo film basato sul celebre romanzo di Mary Shelley è del 1910. S'intitola semplicemente Frankenstein, è una pellicola muta prodotta dalla Edison Studios e e diretta da J. Searle Dawley. In questa trasposizione cinematografica il Dott. Frankenstein è rappresentato come una sorta di alchimista che crea il mostro in una densa nube di fumo e dopo sviene per la sua creazione. Il mostro ritorna alla vigilia delle nozze del dottore per tormentarlo, ma svanisce nello specchio della camera di Frankenstein per merito della forza dell'amore tra quest'ultimo e la sua fidanzata.

 







Interessantissimo "L'isola degli Zombie". Hanno trovato un modo per rendere "utili" quesi simpaticoni. Forza lavoro e manodopera a costo zero 24 ore su 24...

Angelo

Non diamo troppe idee al nostro governo...

Il "Frankenstein" di cui parla l'articolo che citi è interessante,molto debitore delle rappresentazioni teatrali ottocentesche e quindi molto curioso se paragonato al film di Whale.
P.S.Lo sapevi,che secondo Alfredo Castelli il primo horror italiano sarebbe una pellicola degli anni 20 su "Frankenstein"?
Il vampirologo che ride

Non lo sapevo affatto! Mi sapresti dire il titolo?

Nick mi ha preceduto,è proprio il film diretto da Testa e intitolato semplicemente "Il mostro di Frankenstein".
Il vampirologo che ride

Interessante come lo zombie delle origini fosse praticamente quello delle leggende voodoo: un umano, a volte anche vivo, utilizzato come lavoratore a tempo indeterminato.
Merito della polvere bianca che si estraeva dal pesce palla, contenente tetratodossina, uno dei veleni più potenti in natura, che induce nella vittima uno stato catalettico.
Veniva assunto in dosi microscopiche durante le cerimonie e le danze rituali. Lo stregone locale poteva contare su di essa per dimostrare i propri poteri ed arare un po' il campo dietro casa.
Alcuni ristoranti giapponesi sono specializzati nella preparazione del pesce palla zombiesco: i clienti pagano cifre da capogiro per quella che rischia di essere davvero un'ultima cena.

Shaggley (stregone voodoo)

Suggerisco a tutti "Il serpente e l'arcobaleno", che spiega piuttosto bene quanto gli zombie, il voodoo e la macumba siano radicati nella cultura haitiana e caraibica. Anche a livello poltico, per intenderci.

Mi sa che è quel film di Eugenio Testa girato negli anni 20,durava circa 39 minuti ma se è quello dovrebbe essere andato perduto praticamente da decenni.
Nick

Peccato che certi film - per esempio questo Frankenstein italiano, ma anche The werewolf - siano andati persi. Secondo me conservano delle suggestioni orrorifiche superiori a quelle di molti film degli anni 30 e 40, che a volte eranontroppo barocchi...

provides access

(Anonymous)

2011-01-16 10:39 pm (UTC)

The stories are like reflections of what I am going through in my life…and these did make me realize my mistakes and what steps do I need to take….

painter 11

(Anonymous)

2011-01-17 07:29 am (UTC)

Thanks for visiting - I hope this patch helps! Many more comments can be viewed at digg. Please rate this article - thanks!

vuitton bag

(Anonymous)

2011-02-12 05:50 am (UTC)

As the expert, I can assist. I was specially registered to participate in discussion.

You are viewing mcnab75