Alessandro "McNab" Girola (mcnab75) wrote,
Alessandro "McNab" Girola
mcnab75

Paese fantasma: Toiano

Strada d'ingresso a Toiano

Se il tempo ci assisterà, io e un gruppetto di amici siamo prossimi all'esplorazione di Consonno, il paese fantasma in provincia di Lecco che ha riscosso così tanti consensi tra voi che mi leggete.
Sarà la prossimità di Halloween, ma in questo periodo mi sto tuffando a pesce su qualunque cosa dia ispirazione per racconti o ricerche di tipo gotico-rurale. Fortunatamente Internet viene buono in ogni occasione, infatti ho trovato molte altre indicazioni di ghost town d'Italia e del resto del mondo.
Gli spunti di discussione sono così tanti che quasi quasi mi verrebbe da aprire un tag aggiornato con regolarità. Ditemi cosa ne pensate.
Intanto oggi vi cito Toiano, situato nella campagna collinare tra Palaia e Volterra (Toscana).
Prendendo informazioni dal web, si scopre che alla fine dell'800, nel Dizionario Corografico d'Italia di Emanuele Repetti, Toiano era descritto come «un villaggio con castellare e chiesa plebana, dedicata a San Giovanni Battista, a circa miglia tre a scirocco di Palaia. Siede su alcuni poggi di tufo arenario e la sua parrocchia ha quattro filiali e 521 anime». Oggi il borgo di Toiano non ha un bar, non ha alberghi né negozi, banche, uffici, alimentari. Niente e nessuno pronti ad accogliere i visitatori. Solo un piccolo cimitero, posto all'ingresso del paese, silenzioso, tranquillo e un pò rovinato come tutto il resto.

Il cimitero di Toiano

Proveniendo da Palaia la strada è larga non più di tre metri, tanto che due auto raramente possono incrociarsi. Lo sguardo si sofferma inevitabilmente sui calanchi, speroni di tufo alti anche 40-50 metri. E' la strada che consigliamo (non lo dico io, bensì chi ha scritto questo articolo), stretta ma in grado di offrire splendidi panorami e certo più sicura dell'unica, ripida alternativa: una strada sterrata breve ma intensa, comoda casomai per lasciare il piccolo paese. Del borgo si parlò molto tempo fa grazie ad Oliviero Toscani che, dedicando a Toiano un concorso fotografico, rese plausibile la prospettiva di far tornare la vita nelle antiche case aggrappate al tufo. Certo è che qualche lavoro di ristrutturazione è in corso, anche se interessa solo una minima parte delle poche abitazioni. E di tanto in tanto si incontra pure qualcuno, e pure si sente gracidare il televisore di una casa rimessa con garbo a nuovo.

veduta di Toiano

Come ogni posto "spettrale" che si rispetti, anche Toiano ha i suoi scheletri nell'armadio.
I boschi di Toiano, nei dintorni di Palaia, furono testimoni di un fatto di sangue che fece epoca: il delitto del Corpus Domini, il 5 giugno 1947. L'opinione pubblica del dopoguerra rimase sconvolta e morbosamente attratta dal terribile assassinio della "bella Elvira". Elvira Orlandini, una splendida ragazza di ventidue anni, venne trovata sgozzata in un bosco vicino a casa, dove era andata ad attingere acqua ad una sorgente. Il posto dove fu uccisa si chiama il Botro della Lupa. Così racconta la terribile vicenda Giuseppe Meucci in questa interessante ricostruzione pubblicata su La Nazione del 16 aprile 2006:

«I parenti, dopo averla cercata per ore, la trovarono priva di vita, il corpo insanguinato parzialmente nudo. Una coltellata le aveva quasi staccato la testa dal collo. I carabinieri cercarono a lungo, ma il coltello non fu mai trovato e mancava anche un indumento intimo che Elvira indossava quando uscì di casa. Incolparono il fidanzato, Ugo Ancillotti, contadino anche lui, che fu poi assolto dopo due anni di carcere e alla fine di un processo che si trasformò in psicodramma collettivo. Cominciò di fronte alla corte di assise di Pisa nel marzo 1949 ma fu presto trasferito a Firenze per "legittima suspicione", tale era la pressione dei curiosi che ogni mattina si presentavano a centinaia di fronte all'aula, con gli animi accesi, divisi fra innocentisti e colpevolisti. C'era chi voleva vedere la "belva" di Toiano condannata senza pietà, chi prendeva le difese del bravo giovane appena reduce dalla guerra.
- - - - -
Fonte: http://www.lineatoscana.it/toiano-borgo-palaia-pisa.html



 

Tags: luoghi misteriosi, paese fantasma, speleologia urbana, toiano, toscana, viaggi
Subscribe

  • Post a new comment

    Error

    Comments allowed for friends only

    Anonymous comments are disabled in this journal

    default userpic

    Your reply will be screened

  • 3 comments