Alessandro "McNab" Girola (mcnab75) wrote,
Alessandro "McNab" Girola
mcnab75

Romanzi da recuperare, se leggete in inglese.




Come ho detto un paio di settimane fa, sto accumulando libri ed ebook interessanti da leggere. Al momento quello che mi manca è semmai il tempo per godermeli come si deve, ma quello, prima o poi, arriverà.

Oltre a The Peshawar lancers (presto in rece), che è già in lettura, ci sono ben tre titoli in lingua originale che occhieggiano dagli scaffali. Segnateveli perché, dalle mie ricerche, potrebbero interessare anche voi.

 

Twelve

di Jasper Kent

 

Twelve è la storia di Aleksej Ivanovic Danilov, un capitano dell'esercito dello zar Alessandro I, che ha giurato di difendere la Russia dall'assalto della Grande Armée di Napoleone nell'autunno del 1812. Unisce le forze a un gruppo di dodici mercenari valacchi, il cui zelo e successo nel campo della macellazione gli invasori francesi sembrano troppo belle per essere vere.

Presto, Aleksei intuisce il segreto che si cela dietro la macabra abilità dei valacchi, e scopre che fanno poca distinzione tra francesi o russi. La sua lotta non è più semplicemente uno contro Napoleone, ma contro un nemico molto più pericoloso.

 

Twelve è il primo volume di un quintetto di romanzi che abbracciano la storia russa del ventesimo secolo e dell'inizio dell'Ottocento, che terminerà sul fronte orientale della Prima Guerra Mondiale, alla vigilia della rivoluzione russa.

 

Shadows in the mist

di Brian Moreland

 

Ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale, Shadows in the Mist racconta di un plotone di soldati guidati dal tenente Jack Chambers, che ha accettato una missione speciale: accompagnare una unità speciale chiamata X-2 dietro le linee nemiche per intercettare e catturare un nazista, inventore di un'arma mortale che il nemico è pronto a scatenare.

Man mano che gli alleati si addentreranno in profondità nel territorio nemico, al buio, nella brumosa Hürtgen Forest, dovranno preoccuparsi di più che dei semplici soldati nazisti, perché qualcos'altro si cela all'interno della fitta nebbia. Qualcosa che è radicato nella occulto e implica un potere antico e quasi inarrestabile.




 

Darkness on the Edge of Town

di Brian Keene

 

Walden è una piccola cittadina statunitense, un borgo urbano come ce ne sono mille altri, se non fosse che, una mattina, i suoi abitanti si svegliano e scoprono che la notte è ancora lì, e non ha lasciato il posto al giorno. È una vera e propria massa di oscurità, che ha inglobato la città e la circonda, imprigionandola in una sorta di bolla. Niente più tv, telefono, internet, elettricità. Robbie, Christie, Russ e Cranston cercano di scoprire cosa stia succedendo, ma l’oscurità sembra risvegliare in loro, e in tutti gli altri abitanti, un lato perverso e diabolico che non credevano di avere…

 

Di Keene non trovo utile aggiungere più nulla, rispetto alle lodi fatte in passato. Perciò vi rimando direttamente alla recensione di Simone Corà, che ha letto questo romanzo prima di me.





Tags: horror, nazismo esoterico, romanzi, segnalazione, steampunk, vampiri
Subscribe

  • Error

    Comments allowed for friends only

    Anonymous comments are disabled in this journal

    default userpic

    Your reply will be screened

  • 6 comments