ussaro

IL BLOG SULL'ORLO DEL MONDO

Scrittura, narrativa di genere, cinema, misteri, ucronia e altre amenità.

Previous Entry Share Next Entry
Hater (di David Moody)
ussaro
mcnab75


Hater
di David Moody
Gollancz book
$ 5.60 (paperback) $ 8.34 (Kindle ebook)

Sinossi

Danny McCoyne è un impiegato comunale di una cittadina inglese. Il suo lavoro non gli piace, la famiglia – composta dalla moglie Lizzie e dai tre figli, di cui in età scolastica – lo opprime. Ha un brutto rapporto col suocero Harry, che non l'ha mai apprezzato. Per non parlare delle vessazioni che subisce ogni giorno dalla sua responsabile.
C'è ancora qualcosa che può andare male nella vita di Danny?
A quanto pare sì.
Giorno per giorno in tutto il paese aumentano gli inpiegabili casi di violenza selvaggia che portano a omicidi bestiali ed efferati. La gente sembra impazzire di punto in bianco, senza una ragione apparente. Quelli che sono dapprima casi isolati diventano episodi in crescita esponenziale.
Nel giro di un paio di settimane la crisi, seppur minimizzata dal Governo, è nazionale.
A quel punto Danny McCoyne avrà un preciso obiettivo nella vita: difendere la famiglia.
Sperando che al contempo essa non impazzisca come succede agli Odiatori là fuori...


Commenti

Hater è il primo romanzo di David Moody che leggo.
Da quello che s'intuisce sbirciando il suo sito ufficiale, Moody è uno “zombie guy”, ossia una specie di Brian Keene in versione inglese. Insomma: un autore che basa buona parte della sua carriera su romanzi incentrati su zombie, pandemie e catastrofi globali in salsa horror.
Uno di noi.
La trama di Hater non si discosta molto dai capisaldi del genere. Abbiamo la misteriosa epidemia che pian piano si diffonde in tutto il paese. C'è il governo ottuso che cerca di insabbiare tutto. Ci sono le reazioni più o meno egoiste della gente, che mettono a nudo il lato peggiore dell'essere umano.
Però Moody ha aggiunto quel pizzico di ingredienti bonus che mi hanno fatto apprezzare il suo romanzo più di molti altri.
Innanzittutto il protagonista, Danny McCoyne. Un uomo come tanti, uno sfigato che si trova intrappolato in un lavoro d'ufficio con dei colleghi odiosi, e a casa con dei bambini insopportabili e con una moglie ancora legata al vecchio padre. Danny non è un eroe, non è Superman, non ha particolari pregi, capacità o risorse. È un medio-man a tutti gli effetti.
Trovo apprezzabilissima la scelta di farne il protagonista di una pandemic-apocalypse.

Così come è apprezzabile il crescendo della storia. Le prime 30-40 pagine ci descrivono la vita, noiosa e deprimente, della famiglia McCoyne. Noiosa perché non ha nulla di esaltante: lavoro, casa, spesa, DVD, visita al nonno. Sembra quasi di aver sbagliato romanzo e di aver acquistato il solito mainstream. Proprio per questo quando l'orrore (il perturbante) esplode, colpisce ancor più nel segno. Stupisce e coinvolge. Mica roba che si trova tutti i giorni, in romanzi di questo genere.

Altra nota di merito: non ci sono zombie. Gli odiatori ricordano piuttosto i pazzi de La città verrà distrutta all'alba, almeno in apparenza, ma la causa di questa pandemia di follia rimangono molto sul vago, nonché tratteggiati senza mai abbandonare un'atmosfera di mistero e di giallo. Del resto non sta certo ai McCoyne scoprire perché sta accadendo tutto ciò.
Ai McCoyne tocca solo cercare di sopravvivere.
Anche se c'è un grosso, grosso colpo di scena ad attendere i lettori. Non vi dico quale per non rovinarvi la sorpresa, ma vi assicuro che si tratta di qualcosa di spettacolare. Una trovata che ha sorpreso anche un lettore scafato come me.

Ottimo romanzo. E' il primo di una trilogia, ma può essere letto anche come libro a sé stante.
Dal sito di Moody vengo a sapere che a ottobre Hater verrà pubblicato in Italia da Urania. Se è così io un pensiero ce lo farei, ammesso e non concesso che in redazione non pratichino i soliti orribili tagli in fase di traduzione.

  • 1
Avevo scovato i libri di Moody tempo fa, ma alla fine ho preferito provare McKinney (quello di Dead City & Co.)... quindi grazie per avermi ricordato questo autore! A proposito di zombie guys, te ne linko uno su Faccialibro, appena ritrovo il suo sito.

Mr Giobblin

Ora guardo il link, grazie :)

Il pensierino ce lo farei anche io, però considerando la "passione" di Urania per i "tagli non strutturali del 15%" c'è una parte di me che si fa tanti problemi. Magari lo comprerò lo stesso, però con un occhio al' edizione originale.
Nick

Anche se avessi scoperto dell'imminente pubblicazione per Urania, avrei comprato comunque questo libro in edizione originale.
La faccenda dei tagli non mi va giù.

Tralascio i tagli per evitare travasi di bile, la segnalazione è interessante date le scelte di sviluppo dell'autore. Il common man di fronte alla catastrofe è molto difficile da gestire.

Angelo Benuzzi

Moody è da un po' sul mio radar, ma non ho ancora preso nulla - come sai, zombie & C. non sono esattamente la mia lettura preferita.
Anche se...
Questo comunqueme lo annoto.
Tra parentesi - ridicola la disparità fra cartaceo e Kindle...

Finalmente esce...era stato annunciato ai tempi di Epyx!

Conf

Sembra stuzzicante...speriamo solo che l'edizione italiana non subisca i consueti tagli da macellaio!

-Andrea-

  • 1
?

Log in

No account? Create an account